Attacchi dei ribelli: uccisi 7 turisti

da Nuova Delhi

Ancora sangue nella parte indiana del Kashmir, da anni tormentata dalla lotta armata dei separatisti musulmani. Cinque morti, tutti turisti indiani, fra cui tre donne. Sono stati uccisi ieri dall'esplosione di una bomba a mano lanciata contro il loro pullmino, a Srinagar, la capitale del territorio. Provenivano dallo stato nord-orientale del West Bengala. Un'altra decina di persone, compresi alcuni passanti, sono rimaste ferite. Secondo un testimone l'ordigno è deflagrato all'interno del mezzo.
Ma la violenza non si è fermata qui. Un secondo ordigno, infatti, è stato scagliato nel mercato al centro di Srinagar, nella centralissima Regal Square, provocando quattro feriti, ma avrebbe potuto essere una strage. È andata peggio in un’altra zona della città, nel quartiere di Lal Chowk, dove sono state lanciate altre due granate. Il bilancio è di due morti e almeno dieci feriti. Nessun gruppo separatista ha ancora rivendicato gli attacchi.