Attentati a moschee, arrestato a Milano Sandalo

L'ex terrorista di Prima linea è finito in manette. Per il pm sarebbe coinvolto in attacchi a luoghi di culto e centri culturali islamici

Milano - Da terrorista rosso, a pentito, a militante anti-islamico dall'attentato facile: Roberto Sandalo, ex componente del gruppo di fuoco di Prima Linea, è stato arrestato questa mattina dalla Digos di Milano. (Nella foto: Sandalo negli "anni di piombo"). L'accusa nei suoi confronti è di essere coinvolto in una serie di attentati che nei mesi scorsi hanno colpito moschee e centri culturali islamici a Milano. Sandalo, che avrebbe dato vita ad un'organizzazione denominata Fronte Cristiano Combattente, è stato arrestato su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Romanelli. Una sigla , quella dell'Fcc, che ha dato notizie di sè in un’unica occasione, rivendicando il lancio di molotov contro la sede milanese dell’associazione internazionale Islam Relief, in via Amadeo. L’attentato era stato messo a segno il 13 aprile del 2007. Una telefonata ai vigili del fuoco aveva rivendicato il gesto a nome di un "Nucleo armato" del Fronte Cristiano Combattente.

Auto in fiamme L’arresto di Roberto Sandalo, a quanto si è saputo, sarebbe legato a due episodi accaduti nella serata di ieri nel milanese. Per l’esattezza, a Milano, non distante dalla moschea di via Quaranta, è andata in fiamme un’auto mentre, un’ora dopo, a Segrate, sempre vicino alla moschea hanno preso fuoco un’Opel Corsa e un furgoncino Fiorino. Sandalo sarebbe stato arrestato poco dopo.

Roberto Sandalo, negli ultimi anni si era reso noto per le sue posizioni oltranziste contro un presunto pericolo islamico. L’ex Aderente a Prima Linea fu condannato a 11 anni e sette mesi di reclusione e nel 2002 fu nuovamente arrestato per rapina. Fu uno dei principali pentiti dell’organizzazione e con le sue rivelazioni contribuì a sgominare Prima Linea. Durante gli anni di piombo Sandalo utilizzò la sua veste di ufficiale degli alpini per procurare armamenti a Prima Linea. Negli ultimi tempi pare che l’ex terrorista avesse aderito a un movimento ultracattolico.