Attentato contro gli uffici dell’Enel

Una bomba carta è stata lanciata l’altra notte contro gli uffici di Enel Distribuzione in via Traiana, a Civitavecchia. L’attentato non ha provocato gravi danni (solo a un bagno e a una finestra) e va ricollegato ai recenti episodi di protesta contro la riconversione a carbone della centrale elettrica di torre Valdaliga Nord. Dura la risposta del vicepresidente della Provincia di Roma, Rosa Rinaldi: «Devono essere respinti tutti quei gesti di provocazione e d’inquinamento di un confronto democratico.
La manifestazione di sabato scorso era stata un’iniziativa pacifica e determinata. Comunque - ha concluso - è urgente la convocazione di un tavolo di concertazione regionale e la firma dell’ordinanza di sospensione dei lavori, che è l’unica scelta che può consentire di discutere serenamente sulla ormai annosa questione della centrale di Torre Valdaliga Nord».