Attentato: a fuoco la sede della Lega

Danni per diverse migliaia di euro, sede inagibile e un’anziana finita in ospedale per intossicazione da fumo. È il bilancio di un attentato incendiario messo a segno ieri mattina poco prima dell’alba ai danni della sezione della Lega Nord di via Garibaldi, a Cornaredo. «Un incendio sicuramente doloso, come ci hanno confermato vigili del fuoco e carabinieri – ha spiegato Luciano Bassani, segretario provinciale del Carroccio - un raid che solo per un caso non si è trasformato in tragedia anche per i vicini». In quella casa di ringhiera abitano una trentina di famiglie. I piromani sono entrati in azione poco dopo le 4.30. Hanno cosparso di liquido infiammabile il portone di legno, poi hanno innescato la miccia. Le fiamme hanno raggiunto un condizionatore collocato sopra la porta, e subito c’è stata una forte esplosione che ha svegliato gli inquilini. Ed è stata una vera fortuna, infatti se il fuoco avesse raggiunto le travi, gli effetti si sarebbero propagati anche ai piani superiori, dove la gente dormiva. Con secchi d’acqua e pompe i residenti hanno circoscritto il fuoco; il resto l’hanno fatto i pompieri accorsi da Rho. La scientifica ha effettuato un sopralluogo. Risposte si attendono dalle telecamere di un paio di banche vicine.