«Attenti ai prezzi Il costo del denaro resterà invariato»

Un operaio che lavora qui costa 22,50 euro l’ora: in Croazia 3,70, in Romania 1,25 e in India solo 0,89

Francoforte. L’inflazione vola ai massimi degli ultimi sei anni e mezzo. E «la Bce - assicura il governatore Jean-Claude Trichet - è pronta a intervenire per contrastarla, come previsto dal proprio mandato». Nella riunione del board, in programma il prossimo 10 gennaio a Francoforte, il costo del denaro in Eurolandia dovrebbe però rimanere fermo al 4%, nonostante la corsa dei prezzi che a dicembre sono rimasti sopra il 2% (il target di medio termine previsto) per il quarto mese consecutivo. L’economia in calo pone la Bce in una posizione sempre più scomoda. L’istituto centrale sta cercando di mantenere stabile il costo del denaro, mentre la statunitense Fed e la Banca d’Inghilterra lo hanno già tagliato. A complicare ulteriormente il quadro economico europeo c’è la crisi dei mutui «subprime» e il prezzo del petrolio, ormai stabilmente sopra i 100 dollari al barile.