Attenti ai vettori extra Unione

Il testo base di riferimento per tutti i viaggiatori ben informati è la «Carta dei diritti» dell’Unione europea, giunta alla quinta edizione. Risarcimenti, rimborsi e assistenza per overbooking e cancellazioni sono garantiti dalla convenzione di Montreal e Varsavia per tutti gli aerei in partenza da uno scalo dell’Unione. Per i voli in entrata nel Vecchio continente valgono le stesse regole, se la compagnia è comunitaria, altrimenti bisogna verificare che il paese d’origine del vettore abbia sottoscritto la convenzione. In caso contrario, le regole non si applicano automaticamente, ma dipendono dalle singole nazioni e compagnie. Nel caso i bagaglio smarrito o danneggiato è invece necessario compilare uno speciale modulo, il Pir, «Property irregularity report» (Rapporto di irregolarità del bagaglio) per la denuncia. E, soprattutto, i tempi per i risarcimenti sono ristretti: il modulo va spedito alla compagnia entro 7 giorni, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.