Attenti a non buttare un prezioso presidente

Pregiatissimo dottor Massimiliano Lussana, ho letto su Il Giornale del 2 ottobre c.m. il reiterato invito rivolto al Presidente Enrico Preziosi di andarsene non prima d’aver scelto un acquirente gradito ai varii Brigate Spelonca, Brigata Spagna, Ottavio Barbieri, ecc. e, udite udite: «nel contempo rinforzando la squadra ed evitando ulteriori errori che ci possano penalizzare».
Di tutta la serie di deliranti pretese di questi Signori l’unica degna di considerazione è la speranza che il Presidente commetta in futuro il minor numero di sbagli che possano danneggiare il Genoa.
Che Preziosi non sia gradito a certi ambienti lo dimostra la pena spropositata rispetto al reato commesso (?), ai Pm coi giudici esclusa la difesa, con le date sbagliate su certi documenti, i bigliettini di scherno, ecc. ecc.
Ma qui si rischia di buttar via il bambino con l’acqua sporca!
Cerchiamo di non dimenticare i decenni passati a cercare qualcuno che ora vorremmo solo «gettare».
Cordiali saluti.