Attenzione, in Centrale piovono calcinacci

Sguardo verso l’alto, e passo spedito. Il via vai dei viaggiatori, ieri, aveva un che di preoccupato. Non a caso, perché in Stazione Centrale stavano piovendo calcinacci. È accaduto nel primo pomeriggio, e fortunatamente non ci sono stati feriti.
Perché, con un po’ più di sfortuna, di feriti ce ne potevano essere. I blocchi caduti, infatti, non erano neanche troppo piccoli, e sono piovuti dall’alto, dal soffitto ristrutturato da poco tempo così come è «fresca» di lavori l’intera Stazione, che è stata sottoposta a un deciso «restyling» che l’ha ampiamente ridisegnata. Un impegno lungo tre anni, con un investimento di circa 120 milioni di euro che ha portato a ridisegnare una parte dell’edificio. Insomma, un intervento strutturale che, però, non ha evitato che delle parti di intonaco si staccassero dai soffitti, come se si trattasse di un qualunque sottoscala mangiato dall’umidità.
Ieri, nell’atrio principale della stazione, ai piedi di una delle scalinate che portano al piano superiere dei binari, si potevano ancora vedere i resti del crollo. La zona è stata immediatamente recintata dal personale della Centrale, per evitare che eventuali nuovi crolli potessero colpire qualche passante.