Atto formale La Serbia vuole entrare nell’Ue

La Serbia ha ufficialmente depositato la candidatura all’adesione all’Ue. Il presidente serbo Boris Tadic ha consegnato a Stoccolma il dossier per l’ingresso nella famiglia europea al premier svedese Fredrik Reinfeldt, il cui Paese detiene la presidenza di turno dell’Ue fino al 31 dicembre. Il percorso d’adesione di Belgrado sarà comunque lungo e irto di ostacoli. Una data plausibile potrebbe essere tra il 2014 e il 2018. Corruzione diffusa, criminalità organizzata, un’economia da rendere competitiva, potere giudiziario da rinnovare sono solo parte delle riforme richieste da Bruxelles per avviare i negoziati.