Attore dei «Soprano» fa il rapinatore: ferito

Lillo Brancato è stato centrato da un agente

da Washington

L'attore Lillo Brancato, scoperto da Robert De Niro e tra gli interpreti della serie tv «I Soprano», è finito in ospedale con due proiettili nel petto dopo avere partecipato ad una rapina a New York costata la vita ad un poliziotto. Brancato è stato sorpreso mentre tentava di rapinare un appartamento del Bronx insieme ad un criminale professionista, Daniel Armento. Quando l'agente ha intimato l’alt ai due ladri Armento ha aperto il fuoco: uno dei suoi proiettili ha colpito il poliziotto al petto. Prima di stramazzare al suolo l'agente ha sparato a sua volta centrando Brancato con due colpi e Armento con altri quattro. Per Brancato, 29 anni, è la tragica fine di quella che sembrava una promettente carriera. Scoperto da De Niro che l'aveva voluto nel suo film Bronx - nel quale il 15enne interpretava la parte di un adolescente diviso tra il padre onesto (De Niro) e un gangster (Chazz Palminteri) - Brancato aveva impersonato una vasta galleria di personaggi «duri». Era stato appunto un aspirante gangster nella serie I Soprano nel 1999-2000, ucciso dallo stesso Tony Soprano per non avere rispettato le regole del codice d'onore mafioso.