Attori e vip inaugurano la tv di Veltroni

Silvia Cerioli

Non è certo l’Africa, ma a Walter Veltroni Madrid è piaciuta parecchio. Ai suoi collaboratori ha detto: «Si respira una splendida atmosfera, magari fosse così da noi». Come a dire: più Zapatero per tutti. Roma, però, è sempre Roma. Anzi, nell’era veltroniana è davvero bello viverci. Così dicono gli appartenenti al «Veltroni fans club», invitati a partecipare alle trasmissioni della sua web radio, disponibile sul suo sito veltroniroma.it. Il sistema è semplice: mettere insieme personaggi dello spettacolo e della cultura che parlino bene della città e farli parlare «on air». L’idea della radio dovrebbe servire per fornire in futuro idee e spunti alla «Ds tv», ovvero la televisione satellitare del Botteghino di cui Veltroni è uno dei propugnatori assieme a Fassino. L’esperimento sta procedendo bene. Nell’ultima settimana, l’attrice Francesca Reggiani, il regista Michele Placido e lo scrittore Andrea Camilleri hanno intonato via radio autentici peana all’attuale situazione dell’Urbe. Tra un complimento e l’altro, la Reggiani si è pure esibita nell’imitazione della Ferilli e di Donatella Versace. Il che ha reso più agevole seguire poi le disquisizioni sulle periferie dell’assessore al Lavoro Paolo Carrazza. Questi, sullo slogan di cinque anni fa «Riportiamo al centro le periferie», ha rassicurato la platea: «A livello simbolico l’operazione è riuscita». Del livello pratico invece non si hanno notizie.
Dalla radio alle coincidenze elettorali. Venerdì scorso, l’Eur è stato messo sotto assedio dai militanti Ds e Dl, convenuti lì per l’apertura della campagna elettorale. Hanno cominciato alla cinque del pomeriggio Francesco Rutelli e il coordinatore regionale della Margherita Giorgio Pasetto, riunendo tutti i militanti. Poi, alle 20, Goffredo Bettini, nel suo consueto ruolo di guru della sinistra romana, ha accolto gli ospiti della «Serata per Veltroni sindaco». Buona parte dei vip presenti alla convention diellina ha partecipato anche alla cena per la riconferma di Veltroni. Quando si dice prendere due piccioni con una fava.