Attori per un giorno i ragazzi di Casal del Marmo

Pietro Calvisi

Questo pomeriggio alle 16.30, all’Auditorium della Conciliazione, i ragazzi dell’istituto Penale Minorile «Casal del Marmo», insieme con i coetanei già usciti dal periodo di detenzione saranno protagonisti dello spettacolo ...e lo muto disse..., diretto da Emanuela Giovannini e Giorgio Spaziani. I giovani attori saranno accompagnati e guidati nella loro esperienza da attori professionisti come: Valerio di Filippo, Paolino Blandano, Flavia Giovannelli, Hafedh Kalifa e da ragazzi dell’Accademia nazionale d’arte drammatica «Silvio D’Amico», come: Daria Siciliani De Cumis, Julia Hillebrand e Elena Polic Greco. Saliranno inoltre sul palco i musicisti del gruppo rock E42.
«Lo spettacolo, come è nello stile e nel progetto pedagogico del laboratorio, si compone di frammenti: monologhi, scene, pantomime, improvvisazioni ed azioni che vedono i ragazzi protagonisti quali attori e autori di una drammaturgia composita e complessa», spiegano gli organizzatori. Che aggiungono: «Si tratta, potremmo dire, di attraversamenti di teatro, per un viaggio nella sua straordinaria capacità di tracimazione nella musica, nella danza, nella poesia, nelle nostre ottimistiche “cose buone” e, per la prima volta, nell’esecuzione della gipsy free dance».
Fra la messa in scena e la lettura di Lettera dal carcere a Munevver, poesia di Nazim Hikmet, la pantomima del cantante francese Jacques Brel con la sua canzone Les Désespéres e la presentazione di alcuni stralci tratti dalle opere di artisti come Pirandello, Neruda, Cechov, Brecht e J.D. Salinger, i protagonisti dello spettacolo cercheranno di coinvolgere il pubblico creando, attraverso la poesia e la musica, un’atmosfera di comunione e di scambio di sensazioni fra spettatori e teatranti. Secondo gli organizzatori dello spettacolo, oggi, «sarà un giorno in libertà nel quale la storia, il teatro, la musica, le persone torneranno a parlarci attraverso le voci, le emozioni, la vita di adolescenti che hanno molto vissuto e poco sognato.» Ingresso gratuito. Info: www.adynaton.it