Attorno al Policlinico sei incendi in dieci giorni

Sei focolai d’incendio negli ultimi dieci giorni: non è ancora risolto il mistero dello sconosciuto piromane che ha preso di mira il nuovissimo Policlinico di Tor Vergata. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della stazione di Tor Vergata e la Polizia municipale dell’ottavo gruppo.
«L’incendio che domenica scorsa ha interessato la zona di Tor Vergata si è sviluppato all’interno dell’uscita di emergenza del sottopasso di via Duilio Cambellotti: l’area in questione è comunale ed è al di fuori del perimetro di pertinenza del Policlinico». Lo precisa, in una nota, il direttore generale del Policlinico di Tor Vergata Enrico Bollero, commentando l’incendio avvenuto domenica presso il nuovo pronto soccorso del policlinico.
«La sorveglianza e la manutenzione dell’uscita di emergenza - prosegue - non è in alcun modo riconducibile alla responsabilità del Policlinico. Questo è il sesto episodio di incendio negli ultimi dieci giorni che ha interessato aree limitrofe al Policlinico di Tor Vergata».
Il direttore generale dell’ospedale universitario ricorda, infine, che «dal 2000 al 2007 nessun episodio analogo si era mai verificato e che in nessun modo e in nessun momento l’episodio ha rappresentato un rischio reale o potenziale per il nuovo pronto soccorso e per la struttura e gli ospiti del Policlinico».
In ogni caso la direzione generale del Policlinico ha dato mandato agli uffici amministrativi di «predisporre un esposto all’autorità di pubblica sicurezza in ordine ai fatti in questione».
Domenica pomeriggio, attorno alle 15.30, l’ennesimo incendio (le cui cause, peraltro, non sono state accertate), era scoppiato all’interno di un cunicolo di servizio nell’area esterna del nuovo pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata. I vigili del fuoco, intervenuti con due squadre, avevano scoperto che il cunicolo era diventato un ricovero per extracomunitari, che vi avevano allestito una sorta di dormitorio.
A prendere fuoco erano stati infatti cinque giacigli e le fiamme avevano lambito un fusto d’olio e alcune bombole di gas. Al momento dell’incendio, all’interno della galleria dei servizi, non c’era nessuno.