Atzori ne ha per tutti. Anche per il suo sostituto

«Sono stato esonerato quando finalmente la squadra si stava calando nella realtà della Serie B. La società ha avuto poca pazienza». Cosi sì è espresso a Reggionelpallone.it l'ex tecnico blucerchiato Gianluca Atzori prima della sfida che vedrà la Sampdoria affrontare la Reggina, altra formazione allenata dall'allenatore di Colleferro. Non manca nel suo interevento una punzecchiatura a qualche giocatore. «Piovaccari l'ho voluto io, ma è stata una grandissima delusione. Al contrario di Palombo e Bertani, che si sono dimostrati giocatori seri ed eccezionali». Ed anche un accenno all'ambiente. «La troppa pressione ci ha bloccato nelle gare casalinghe dove abbiamo perso punti importanti. Ma non è stata solo colpa mia». Sarà, ma quello che si è visto in campo era una squadra senza idee e fisicamente non adeguata. Tant'è che dopo solo tre allenamento il nuovo tecnico Iachini ha proprio individuato nell'aspetto fisico quello più importante per cercare di recuperare il terreno perso in classifica. Domani a Reggio Calabria l'ex trainer del Brescia potrà contare sul centrocampista Dessena, il suo problema alla spalla si è rivelato meno grave del previsto, mentre saranno sicuramente assenti Castellini, Volta e Semioli. Iachini proporrà nuovamente il modulo 4-3-3. In difesa al posto di Castellini dovrebbe giocare Accardi ed il suo posto affianco a Gastaldello dovrebbe essere preso da Costa che è in vantaggio sullo svizzero Rossini. In attacco Piovaccari sembra favorito su Pozzi per il tridente d'attacco completato da Bertani e Foggia.