Atzori, a Verona il coraggio delle scelte

L'«incornata» granata di venerdì scorso brucia ancora, ma questa sera a Verona la Sampdoria avrà l'opportunità di rifarsi, e Gianluca Atzori lo sa bene: «La prestazione contro il Torino è stata eccellente e per questo motivo c'è molto rammarico – ha dichiarato ieri in conferenza stampa - quindi le critiche le capisco. Le sconfitte sono dure da digerire, ma il disappunto del pubblico ci stimola a far sì che non si ripetano altre battute d'arresto». E scorrendo i nomi della lista dei convocati, sembra che le armi scelte dal tecnico blucerchiato per battere gli «Scaligeri» siano la novità e il cambiamento: «Ci sarà qualche sorpresa. Lascerò qualche ragazzo a casa, per turn-over o scelta tecnica, e scenderanno in campo alcuni giocatori che fino ad oggi hanno trovato poco spazio – ha rivelato l'uomo di Collepardo – ma non farò stravolgimenti, solo tre o quattro innesti». Oltre agli infortunati Palombo e Foggia e ai nazionali Romero e Koman, assenti illustri saranno, infatti, Accardi e Costa.
C'è chi resterà a casa e chi, invece, tornerà a disposizione, come Gastaldello, che partirà titolare, e Pozzi. Ad ogni modo, il tecnico della Samp si è detto pronto ad assumersi ogni responsabilità in caso le sue scelte tecniche non portino ad un risultato positivo. Solo il campo ci rivelerà se sarà necessario.