Audi: «Ferrari? Se n’è parlato»

Audi rinnova la fiducia in Lamborghini e, attraverso il presidente Martin Winterkorn, ribadisce «l’interesse alla marca italiana e la volontà di portarla a un’ulteriore crescita». «Su Lamborghini - ha aggiunto Winterkorn, durante la presentazione dei dati Audi 2005 - abbiamo molte idee». Stephan Winkelmann, numero uno di Lamborghini, è intanto riuscito a far diventare l’Italia terzo mercato mondiale, dietro a Usa e Germania. Nel 2005 la casa bolognese ha fatturato 243 milioni e chiuso l’esercizio per la seconda volta consecutiva in attivo: 4,4 milioni rispetto ai 4,1 precedenti. «Ci avviciniamo sempre più alla produzione di 2mila unità l’anno - ha detto Winkelmann - mentre i concessionari da 86 passeranno a 96». Al Salone di Ginevra, in programma la prossima settimana, Lamborghini presenterà la nuova Murcielago LP 640, un bolide da 230mila euro. Nel suo intervento il presidente del gruppo Audi, Winterkorn, ha quindi ribadito che «con Maserati non è stato possibile portare avanti la cooperazione per problemi di carattere tecnico legati ai motori». Lo stesso Winterkorn non ha però negato, parlando con il Giornale, l’interesse all’epoca «di far rientrare nell’accordo anche Ferrari». Audi ha chiuso il 2005 con un utile di 824 milioni, il 5,4% in meno rispetto al 2004. I ricavi sono invece cresciuto dell’8,5%, a 26,6 miliardi.