Gli auguri di Genova al «suo» Garibaldi che compie 200 anni

Visite ai musei, mostre, percorsi storici e letterari, progetti per il restauro del monumento di Quarto

Si accendono i riflettori sulle iniziative collegate al bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi. Domani e nei prossimi giorni l’eroe dei due mondi verrà ricordato a Genova con un carnet ricchissimo di manifestazioni ed eventi: dal progetto per il restauro del Monumento di Quarto (Galleria nazionale di palazzo Spinola), alle varie mostre dedicate alla figura dell’eroe del Risorgimento. In tutti i luoghi statali è previsto l’ingresso gratuito.
Si comincia domani, giorno della nascita del generale alle 9.30 col percorso storico - letterario a cura di Alberto Nocerino e Antonio Carletti. Dal porticciolo di Boccadasse fino allo scoglio di Quarto si dipana l’itineario con i tributi a Garibaldi e ai mille da parte di Carducci, D’Annunzio, Abba, Dumas, Nievo. L’evento è promosso dalla Soprintendenza per il patrimonio storico artistico e etnoantropologico della Liguria. Sempre domani, il museo di Palazzo Reale resterà eccezionalmente aperto dalle 9 alle 19 a titolo gratuito. Personale specializzato guiderà i visitatori attraverso le sale del Gran Piano Nobile che il re Carlo Alberto, durante gli anni quaranta del XIX secolo aggiornò secondo il gusto dell’epoca, come il salone da Ballo che ricorda la promulgazione dello Statuto Albertino. Apertura straordinaria e visite guidate anche all’Archivio di Stato in via Santa Chiara dalle 18,00 alle 19,00. Ma non c’è solo Genova a tributare Garibaldi dei giusti onori. Anche a La Spezia l’Archivio di Stato resterà aperto al pubblico dalle 14,30 alle 17,30 per far conoscere la documentazione relativa al grande personaggio, di cui si registrò per la prima volta la presenza nel settembre 1847,dopo l’epilogo drammatico dell’esperienza repubblicana. Sempre a La Spezia oggi in piazza Cesare Battisti alle 17,30 l’Istituzione per i servizi culturali e l’associazione Amici del museo navale organizzano la conferenza «Giuseppe Garibaldi, l’eroe dei due mondi». La società economica di Chiavari, invece, organizza un convegno dal titolo: «La Chiavaresità di Giuseppe Garibaldi» con la proiezione in anteprima del filmato «Qualcosa su Garibaldi» di Guido Lomabrdi. Curiose poi le iniziative programmate dal museo del Risorgimento in via Lomellini. A partire dalle 15,30 visite guidate al museo con giochi a premi, spettacoli di burattini Fratelli d’Italia, letture poetiche e spettacoli teatrali. La città di Loano è stata invitata dal comune di Nizza alla cerimonia di apertura dei festeggiamenti per il bicentenario della nascita di Garibaldi. Ma le celebrazioni dell’eroe del Risorgimento non si esauriranno domani.
Dal 16 novembre 2007 al 2 marzo 2008 sarà possibile visitare tre importanti mostre collegate a Garibaldi: «Il mito di Garibaldi da Lega a Gattuso» (un’occasione per ripercorrere a palazzo Ducale, attraverso dipinti, sculture e disegni la storia e l’epopea di questa mitica figura). E poi ancora «Da Rodin a d’Annunzio» (il monumento ai Mille di Eugenio Baroni alla galleria d’arte moderna di Nervi), fino ai manifesti garibaldini che si concentrano sulla figura di Garibaldi e di altri eroi del Risorgimento nei primi cinquant’anni del Novecento. Sempre nell’ambito delle manifestazioni collegate al bicentenario della nascita rientra il progetto « Sulle orme di...Garibaldi» voluto dal Miur per contribuire alla conoscenza dell’uomo oltre che del personaggio storico tra i ragazzi delle scuole. É prevista così la visita allo Scoglio di Quarto e alla raccolta di cimeli garibaldini di villa Spinola, da dove l’eroe dei due mondi, ospite di Candido Augusto Vecchi, progettò la spedizione dei Mille. Possibile pausa pranzo presso l’istituto alberghiero Marco Polo con degustazione di ricette liguri «risorgimentali». A seguire visita all’Acquario attraverso il centro storico e Sottoripa.
Ancora da scegliere alcune giornate successive che dovrebbero essere dedicate a una visita a palazzo Reale, alla galleria nazionale di Palazzo Spinola e all’ecomuseo della Lanterna. Per gli amanti del trekking è prevista l’escursione di un’intera giornata a Camogli e nel parco naturale regionale di Portofino, fino a punta Chiappa e, via mare, a Rapallo dove sarà possibile visitare il museo etnografico della civiltà contadina «Capitano garibaldino Giovanni Pendola» sull’antica strada dei Monti.