Auguri presidente Berlusconi, ci regali ancora un po’ di entusiasmo

Approfitto dell’ospitalità del nostro giornale per fare i miei migliori auguri al nostro caro Presidente Silvio Berlusconi in occasione dei suoi primi splendidi 70 anni. Grazie Presidente per quello che ha fatto, sta facendo e farà per noi, per ridare dignità a questo Paese, per dare a noi italiani una speranza di un futuro libero e migliore. Grazie per aver fatto appassionare alla politica i tanti che, come me, prima del dicembre 1993, non se ne erano mai occupati, quasi le sorti della propria libertà, minacciata da un grave incombente pericolo, non fosse cosa che li riguardasse. E con gli auguri mi permetto di rivolgerLe una preghiera. Signor Presidente, per favore, trovi un poco di tempo per occuparsi maggiormente del Suo, del mio partito. Eravamo in tanti, entusiasti e motivati quando ci siamo lanciati in questa splendida avventura. Poi i «soliti noti» della politica, anche e soprattutto a livello locale, sono saliti su quel «tram» che Lei aveva costruito e, poco alla volta, ci hanno fatto scendere. Venga, La prego, nelle città, nelle province a ridarci entusiasmo, a portare una ventata di aria fresca e pulita.