Auletta: «Attenti alle opportunità»

Bpu

«A parte il caso Popolare di Intra, non prevedo che nel mondo delle popolari succeda qualcosa molto presto. Alcuni, come la Popolare di Milano, hanno dichiarato di cercare un’aggregazione ma questo non si è tradotto in azione. Secondo me, gli altri player non faranno nulla nei prossimi 2-3 mesi». È il giudizio dell’amministratore delegato di Bpu, Giampiero Auletta Armenise su possibili aggregazioni nel mondo delle popolari. «È comunque difficile fare previsioni» sulle aggregazioni ha sottolineato aggiungendo che «ci vorrà più tempo di quello atteso da alcuni analisti. Le popolari sono gelose della propria autonomia». Bpu si muove in modo prudente e con un approccio selettivo: «Siamo svegli ma non c’è ansia. Siamo attenti a monitorare il mercato ed eventuali opportunità», tuttavia la banca è concentrata sul piano di crescita organica. In caso di aggregazioni «il nostro Cda, viste le passate esperienze di successo, preferirà un approccio amichevole», prevede Auletta .