Aumentano gli utili nei nove mesi Supercedola in arrivo

«Terna è un’azienda solida e i risultati dei primi nove mesi sono molto soddisfacenti, soprattutto tenendo conto dell’attuale contesto economico-finanziario». Così un soddisfatto Flavio Cattaneo ha commentato i risultati del gruppo, con ricavi che sfiorano il miliardo di euro (+12,4%) e l’utile netto in aumento del 13,1 per cento. «Il 2009 - ha proseguito l’amministratore delegato - ha visto il perfezionamento di due operazioni molto importanti: l’acquisizione di Telat e la cessione di Terna Participacoes che ci consentono di guardare alla chiusura del 2009 in crescita. Tutta la squadra guarda ora alle opportunità d’investimento nella Rete e in altri business non regolati. La positività dei risultati ha consentito ancora una volta di creare valore per gli azionisti». In quattro anni, infatti, la società pagherà 150 milioni di dividendo straordinario a valere sulla plusvalenza da 400 milioni realizzata con la vendita delle partecipazioni in Brasile: 50 milioni saranno pagati nel 2009. Inoltre, il cda ha deliberato una nuova politica dei dividendi che prevede una crescita annua del 4% avendo come base il 2008. L’acconto di 0,07 euro sul dividendo 2009 verrà posto in pagamento il 26 novembre con stacco cedola il 23.
Il margine operativo lordo dei nove mesi si è attestato a 763,8 milioni (+18,3%) e l’ebit a 540,4 milioni (+17%). Gli investimenti sono stati pari a 570,8 milioni (+18,6%). Guardando ai prossimi mesi, il gruppo «prevede - si legge nella nota - di concludere il 2009 con ricavi maggiori rispetto all’esercizio passato, prevalentemente grazie agli impatti positivi del consolidamento di Telat».