Aumenti di capitale: così parlò Coppola

Il gruppo di Danilo Coppola «non ha partecipato all'aumento di capitale di Banca Popolare Italiana del luglio 2005, né ha mai ottenuto finanziamenti da Bpi per partecipare all'aumento». Il comunicato emesso ieri dal finanziere romano ha un tono di quelli che non ammettono repliche. Lo stesso Coppola, in un’intervista apparsa sul «Giornale» del 19 luglio, appariva decisissimo: «Ho fiducia nel progetto industriale scelto da Fiorani per Bpi... nei giorni scorsi ho sottoscritto l’aumento di capitale dell’ex Popolare di Lodi. Avrò il 2% circa con un impegno di 82 milioni». Due affermazioni nette: peccato che l’una sia il contrario dell’altra. Le spiegazioni fornite ora parlano di un’intenzione (quella dell’adesione all’aumento di capitale) che c’era ma non si è concretizzata . Naturalmente sembra contare poco o nulla che si parli di società quotate.