Austoni: «Indicavo la cifra per saltare le liste d’attesa»

«In alcuni casi indicavo io la cifra». Edoardo Austoni, il primario di oncologia e urologia, ora sospeso, dell’ospedale San Giuseppe, interrogato dai pm Tiziana Siciliano e Grazia Pradella, ha spiegato che era lui a indicare la cifra adeguata per gli «oboli» che i pazienti si offrivano di versargli per ottenere favori.Somme comprese tra i 500 e i 4 mila euro, cedute ad Austoni da coloro che volevano saltare le liste d’attesa. Il meccanismo permetteva ai pazienti di «risparmiare denaro», oltre che tempo, secondo il medico.La chiusura delle indagini potrebbe arrivare già la prossima settimana. Il primario ha garantito che restituirà ai pazienti il denaro ricevuto.