Australia-Croazia, due per un posto

Stoccarda. In due per un posto al sole, che fa rima con ottavi di finale. Australia e Croazia si giocano la seconda piazza del gruppo F, con stati d’animo quanto mai diversi. I «socceroos» di Hiddink l’impresa già l’hanno compiuta: in patria dilaga la mania del football, diventato in pochi giorni sport nazionale. E la febbre potrebbe salire ancora, se è vero che ai «canguri» basta un pari per approdare agli ottavi come seconda del girone, alle spalle del Brasile.
Chi invece non può fare calcoli è la Croazia, ferma a un punto e con un solo risultato utile, la vittoria. Facile a dirsi, se non fosse che la truppa di Kranjcar non segna da 284 minuti in una rassegna iridata (Rapajic in Croazia-Italia 2-1 dell'8 giugno 2002). Un’astinenza che deve essere interrotta al più presto, altrimenti Prso e compagni saranno costretti a fare le valigie anzitempo.
La posta in gioco è alta, c’è da aspettarsi una battaglia, che vedrà gli italiani spettatori quanto mai interessati. Una tra Australia e Croazia potrebbe infatti essere la rivale degli azzurri agli ottavi, sempre che la banda di Lippi vinca il proprio girone.