Australia, il lavoro più bello del mondo, ora rischia vita per una medusa

Lo scorso maggio era stato scelto per fare il «guardiano dell'isola» di Hamilton, nel Queensland (Australia), ma Ben<BR> Southall, un cittadino inglese di 34 anni, ora rischia la vita per la puntura di una<BR> medusa.

Lo scorso maggio era stato scelto per per il «lavoro più bello del mondo», quello di «guardiano dell'isola» di Hamilton, nel Queensland (Australia), ma Ben Southall, un cittadino inglese di 34 anni, proprio svolgendo l'ambito compito ha rischiato la vita, e per la puntura di una medusa. A pochi giorni dalla fine della sua incredibile esperienza - il contratto scade domani - l'uomo, dopo una giornata di acquascooter con gli amici, è stato punto dalla medusa irukandji, un'animale di piccole dimensioni, ma letale. «Questa medusa popola le acque del Queensland da ottobre a maggio - ha spiegato il giovane britannico nel suo blog (www.islandreefjob.com)-. Grazie alle piccole dimensioni, è grande come l'unghia di un dito, riesce a passare anche tra le reti di protezione. Un suo pizzico, causa dei sintomi conosciuti come la »sindrome Irukandji«. L'uomo ha detto di aver sentito un fastidio all'inizio, come »una puntura di ape sull'avambraccio«, dopo poco, però, ha iniziato a sudare e ad avere un terribile mal di testa e una forte pressione al torace, così è stato portato da un medico. Dopo due iniezioni e molto riposo, il medico ha dichiarato il 'guardiano dell'isolà fuori pericolo e lo ha rimandato a casa. Southall, però, ha voluto aggiornare subito i lettori del suo blog: »Sono sopravvissuto a canguri, squali, ragni e serpenti, ma durante gli ultimi giorni sull'Isola di Hamilton, sono stato sconfitto da una creatura minuscola, la medusa irukandji«.