Gli australiani votano i più odiati «Grosso è peggio di Bin Laden»

L’accusa: ha simulato sul rigore che ha eliminato i «canguri» dai Mondiali

da Milano

Il presidente degli Stati Uniti, George W.Bush, il Papa, ma anche il calciatore azzurro Fabio Grosso sono tra le «personalità» più odiate dal maschio australiano, secondo un sondaggio pubblicato dalla rivista per uomini Zoo Weekly. Una classifica dove Bin Laden figura 38°. Il primo posto va a Kyle Sandilands, giudice del popolare programma Tv Australian Idol, il cui ruolo è di criticare ed umiliare, se possibile fino alle lacrime, le aspiranti pop star. La rivista lo definisce «un distruttore di anime e di sogni». Anche la donna più odiata appartiene al mondo del piccolo schermo: la regina del talk show americana Oprah Winfrey.
La «lista dell' odio 2006», compilata dallo staff della rivista in base ad un sondaggio fra i lettori, vede al secondo posto il premier dello Zimbabwe, Robert Mugabe, seguito dal cantante britannico James Blunt, dalla star del tennis australiano Lleyton Hewitt, ed al quinto posto il calciatore della nazionale italiana Fabio Grosso, la cui caduta portò al rigore che ha eliminato l'Australia dall'ultima Coppa del mondo. Osama bin Laden segue ben distaccato al 38°. «Sono il tipo di persone che ci infastidiscono», spiega il direttore della rivista, Paul Merrill. «Sono quelli che si mettono troppo in mostra, persone che rappresentano una perdita di tempo, persone antipatiche a tutti...anche se Osama ovviamente sarà devastato, a sapere di essere solo 38°».