Austria alla conquista con Kapital Band 1

Vi ricordate di Kruder & Dorfmeister? I due deejay-produttori-musicisti viennesi rileggevano ogni brano che gli capitasse a tiro sottoponendolo a un trattamento intensivo di funky, jazz, bossanova, dub, drum'n'bass e break-beat.
Risultato: K&D Session, album culto (di remix) di fine anni Novanta. Un piccolo miracolo di gusto e tecnologia. Complice uno straordinario successo a livello mondiale, la mitica coppia di remixer ha finito per trasformare la capitale austriaca in uno dei punti di riferimento privilegiati per conoscere (in anticipo) tendenze e stili in evoluzione della nuova musica elettronica continentale.
Da allora, l'Austria è stata una fucina costante di talenti. Come i due protagonisti dell'appuntamento targato Eurotribu di questa sera (ore 21.30, ingresso 10 euro), alla Casa 139 di via Ripamonti 139: il duo Kapital Band 1 e la solista Gustav.
Quest'ultima, vero nome Eva Jantschitsch, 27 anni, elabora canzoni-suite ricche d'ironia, astratte nei trattamenti digitali, ma concrete e impegnate nei temi, che oscillano fra politica e vita quotidiana, infarcendole di melodie e un cantato (in tedesco e, spesso, in inglese) mollemente deviante.
A metà tra Björk e Laurie Anderson, Gustav ci trasporta nel suo universo personale, scandito da un effervescente synth-rock kitsch e da una poetica delicata e intrigante.