Austria, consigliere si dimette dopo il tatuaggio nazista

Gerry Leitmann, menbro del consiglio municipale di Ebenthal nel Sud del Paese, è finito sui giornali locali per la foto del suo braccio con la scritta «sangue e onore», un noto slogan della Gioventù hitleriana. Lui si è difeso: «Non ne conoscevo il significato storico».

Un membro del consiglio municipale austriaco di Ebenthal, nel Sud del Paese, si è dimesso dopo lo scalpore scatenato da un tatuaggio nazista. Gerry Leitmann è finito sui giornali locali dopo che sul suo braccio è stata scoperta la scritta «sangue e onore» («Bluth und Ehre»), un noto slogan della Gioventù hitleriana. In una lettera di ieri ma resa pubblica oggi, Leitmann ha detto di essersi dimesso con rammarico perché non conosceva «il significato storico» del tatuaggio, che si farà rimuovere immediatamente. Marcia indietro anche per la città di Waidhofen an der Ybbs, che aveva annunciato di voler concedere la cittadinanza onoraria ad Adolf Hitler.