Austria L’albergatore nega la camera ai turisti ebrei

Gravi episodi di antisemitismo in Austria: un gruppo di neonazisti incappucciati ha urlato «Heil Hitler» alla cerimonia in ricordo della liberazione del campo di concentramento di Mauthausen e un albergatore tirolese non ha accettato la prenotazione di una famiglia ebrea di Vienna. Secondo la versione del quotidiano «Tiroler Tageszeitung», la proprietaria di un residence a Serfaus, a circa 30 chilometri dal confine con l’Italia, ha rifiutato la prenotazione di sette persone sostenendo di aver avuto «cattive esperienze» in passato con clienti ebrei.
Serfaus, spiega il giornale tirolese, è diventata negli ultimi anni una meta turistica privilegiata per le famiglie ebree austriache, tanto che molti alberghi offrono cucina kosher. Il turista, padre di cinque figli, ha dichiarato che non intende trascorrere le vacanze «in un posto di razzisti». Dure le reazioni della comunità ebraica del Tirolo: «È un episodio terribile»