Aut aut di Dr Motor: o noi o gli altri

Gatta da pelare per il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, alla vigilia della firma dell’accordo di programma, del valore di 450 milioni, per la rinascita del polo industriale di Termini Imerese. Il gruppo Dr Motor di Macchia d’Isernia, che fa capo a Massimo Di Risio (foto), entrato in gioco con un’offerta a short list già definita (e forte del gradimento della Regione Siciliana), ha posto un ultimatum: non siamo disposti a dividere il polo Fiat con gli altri; o sarà tutto per noi, o ci ritiriamo. Da parte di Romani e dell’advisor Invitalia (Domenico Arcuri) restano confermate le sette società selezionate. Dr Motor, tra l’altro, deve ancora presentare il piano d’impresa.