Autista ubriaco e drogato, un morto e 5 feriti

Un uomo è morto e altre cinque persone sono rimaste ferite in un gravissimo incidente automobilistico avvenuto nella notte tra domenica e ieri. La vittima si chiamava Davide De Robertis e aveva 44 anni. È morto nello scontro frontale tra due auto all’interno della galleria che collega Moneglia a Riva Trigoso. L’uomo, di 46 anni, di Chiavari, di cui non sono state rese note le generalità e che era la volante della vettura su cui viaggiava De Robertis, è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo. Il provvedimento è scattato per ordine del pm Margherita Ravera in osservanza del nuovo decreto legge sulla sicurezza stradale che prevede l’arresto nel caso di inosservanza delle norme previste nel dispositivo di legge varato proprio per prevenire le stragi sulle strade. Secondo l’accusa, l’automobilista sarebbe transitato nel tunnel a senso unico alternato con il semaforo rosso, procedendo poi ad alta velocità e sotto l’effetto di alcol e sostanze stupefacenti. Secondo la ricostruzione dei carabinieri avrebbe “bruciato” un semaforo all’ingresso del tunnel Madonnetta e scontrandosi frontalmente con un’auto di turisti lombardi. Nello schianto sono rimasti feriti sia il conducente del veicolo sul quale viaggiava la vittima che i quattro giovani lombardi. Tre sono stati medicati all’ospedale di Lavagna, uno, Giulio Galloni, 22 anni di Seregno, è ricoverato al San Martino di Genova con una frattura al cranio. De Robertis lavorava per conto di una società di lavoro interinale ed era impiegato presso il Comune di Chiavari come autista di scuolabus. Faceva inoltre parte di una piccola band musicale e domenica sera era andato con un amico e il fratello a suonare in un locale di Deiva Marina. Sulla via del ritorno si era fatto dare un passaggio da un amico, il quarantaseienne di Chiavari che poi è stato arrestato dai carabinieri e su cui pende l’accusa di omicidio colposo.