Auto blu, Brunetta: ci costano oltre 4 miliardi

Nel 2010 il parco auto della Pubblica
amministrazione si conferma in 90mila unità per una spesa
complessiva di oltre 4 miliardi di euro l’anno. Brunetta assicura: "Penso si possa spendere la metà facendo le stesse
cose"

Roma - Nel 2010 il parco auto della Pubblica amministrazione si conferma in 90mila unità per una spesa complessiva di oltre 4 miliardi di euro l’anno. A dare un quadro complessivo delle auto blu in Italia è il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, aggiornando i risultati del monitoraggio sul fenomeno. Ma il ministro ha anche assicurato: "Penso si possa spendere la metà facendo le stesse cose".

Il parco macchine Tutto il sistema delle auto blu costa allo Stato 4 miliardi di euro l’anno, una "cifra enorme", che però si può dimezzare. Parola del ministro dell’Innovazione, Renato Brunetta, che oggi pomeriggio ha presentato nella sede del suo dicastero la seconda parte del monitoraggio sulla auto in dotazione alla Pubblica Amministrazione. Più o meno confermate le stime: tra auto blu-blu, auto blu e auto grigie ce ne sono in circolazione nel Paese novantamila unità. Ma la novità che offre il monitoraggio reso noto oggi riguarda i costi: quattro miliardi di euro l’anno per consumi, assicurazioni, manutenzione, noleggi e personale addetto al parco auto. Tanto per fare un esempio ulteriore, il costo medio di un’auto blu-blu raggiunge 142mila euro l’anno. Sottolinea il ministro: «non ho un’ottica distruttiva. Le auto blu servono, non devono venir meno, ma tutto può avvenire in maniera razionale e risparmiare un sacco di soldi". E Brunetta lancia la sua stima: "Penso si possa spendere la metà, facendo anche meglio lo stesso servizio", anche perché "quattro miliardi sono una cifra enorme, con quattro miliardi si rinnovano i contratti di lavoro".