Auto blu, un salasso da 5 milioni l’anno

Un conto finale da 5 milioni di euro all’anno. Approssimativo, perché il totale è impossibile da calcolare. E non (sempre) per cattiva volontà degli uffici. La questione è, infatti, intricatissima. Ma tra parco auto, stipendi e straordinari di un esercito di autisti, carburante, manutenzione, bollo auto e assicurazioni, si rischia di andare ben oltre. Con le auto blu che si trasformano in vere e proprie sanguisughe per i bilanci di Regione, Provincia e Comune. Ci sono, infatti, quelle a disposizione di sindaco e presidenti. Ma Letizia Moratti usa le sue. Blindate e costosissime, tuttavia non a carico del contribuente. Poi quelle per gli assessori e i presidenti dei tre consigli. Ma c’è anche chi rinuncia (l’assessore regionale Massimo Corsaro) e incassa un bonus annuo di 20mila euro. Da aggiungere ci sono quelle non personali, ma a disposizione dei consiglieri. A rotazione. Si passa poi dagli eletti ai dirigenti. Ruolo diverso, ma stessi privilegi. Allora via con direttori centrali e segretari generali.(...)