Auto contro furgone: morte due ventenni, tornavano dalla discoteca

Le vittime si chiamavano Maria Gabriella Nolfo, 20 anni e Loredana
Ballarino, di 19. Ferita una loro amica. L'incidente attorno alle 7 sul rettilineo della "strada della morte" Catania-Gela

Catania - Due giovani, di 20 e 19 anni, sono morte e un'altra, di 19, è rimasta ferita in un'incidente stradale avvenuto poco prima delle 7 di stamattina sulla Catania-Gela, in territorio di Belpasso.

Le vittime si chiamavano Maria Gabriella Nolfo, di 20 anni, che era la proprietaria dell'auto e che probabilmente era alla guida, e Loredana Ballarino, di 19. La terza giovane sulla Fiat Punto è una diciannovenne, J. D. N., che è ricoverata in prognosi riservata nell'ospedale Cannizzaro di Catania. Il conducente del furgone, M. S., di 31 anni, un corriere addetto alla consegna di giornali che stava rientrando a casa dopo avere finito il turno di lavoro, è invece ricoverato nell'ospedale Vittorio Emanuele. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Sul luogo dell'incidente, avvenuto su un lungo rettilineo della Catania-Gela, conosciuta anche come 'strada della morte', sono intervenute tre pattuglie della polizia stradale di Caltagirone che hanno eseguito i rilievi e coordinato gli interventi di soccorso. Secondo una prima ricostruzione della polstrada, le tre giovani stavano rientrando a casa a Palagonia, loro paese d'origine, dopo avere trascorso la notte in un locale di Catania. La guidatrice della vettura, che andava a 70 chilometri l'ora, avrebbe avuto un colpo di sonno invadendo la corsia opposta e scontrandosi violentemente e frontalmente con il furgone.

C'era una bottiglia di gin all'interno della Fiat Punto. La polizia stradale di Caltagirone ha avviato indagini per accertare chi l'abbia venduta alle tre giovani. Per la bottiglia, così come i due veicoli coinvolti nell'incidente, il sostituto procuratore della Repubblica di Catania, Angelo Busacca, che coordina le indagini ha disposto il sequestro.