«Auto Europa 2007» a caccia dell’erede di Fiat Grande Punto

Vengono votati 26 modelli prodotti nell’Ue. Proclamazione sabato prossimo a Gabicce Mare

da Milano

Sono 26 quest’anno, le auto costruite e vendute nei Paesi dell’Ue tra il 1° novembre 2005 e il 31 ottobre 2006 che hanno i titoli per partecipare alla 21ª edizione del Premio Auto Europa, che la Uiga (Unione italiana dei giornalisti dell’automobile) assegna alla vettura che riassume qualità tecniche, doti di sicurezza attiva e passiva, design e prestazioni unite a un prezzo equo secondo questo regolamento: essere prodotte in serie presso uno stabilimento europeo in almeno 10mila esemplari l’anno (mille nel caso di auto sportive) e destinate alla vendita nella maggioranza dei Paesi dell’Ue ed essere, indipendentemente dalla denominazione e dalla sigla - che possono rimanere invariate - sostanzialmente nuove. Eccole in rigoroso ordine alfabetico: Alfa Romeo Brera, Alfa Romeo 159 Sportwagon, Audi Q7, Bmw Serie 3 Coupé, Citroën C4 Picasso, Fiat Sedici, Ford Galaxy, Ford S-Max, Honda Nuova Civic, Jaguar XK, Mercedes Classe CL, Mitsubishi Colt CZC, Nissan Note, Nuova Mini, Opel Corsa, Peugeot 207, Porsche 911 Targa, Renault Dacia Logan, Saab 9-7X, Seat Leon SR, Skoda Roomster, Suzuki SX-4, Toyota Nuova Yaris, Volkswagen Eos, Volvo C70, Volvo S80. Si va, in pratica, dai 106mila euro della Porsche 911 Targa agli 8mila della Renault Dacia Logan. Ci sono monovolume (C4 Picasso, Galaxy), auto multiproposta (S-Max, Note, Roomster), station wagon (159 Sport Wagon), coupé (Brera, Serie 3, XK, CL), cabriolet (XK, C70, Colt CZC, Eos), Suv (Q7, Sedici, 9-7X, SX-4), l’ultrasportiva Porsche 911 Targa e le berline più o meno compatte (Civic, Logan, Mini, Corsa, 207, Leon SR, Yaris, S80). Sarà Gabicce Mare (Pesaro-Urbino) a ospitare, il prossimo fine settimana, nella dimora Michelacci, l’Uiga Motor Day, una due giorni di prove per tutti i giornalisti sui 26 modelli scelti: dopo di che spoglio e proclamazione nel corso di una serata di gala dell’Auto Europa 2007 che raccoglierà lo scettro di regina dalla Fiat Grande Punto premiata lo scorso anno a Torino.
Difficile fare un pronostico: la giuria Uiga è talmente allargata (oltre 200 soci) che è impossibile ipotizzare un orientamento. Il sistema di votazione prevede l’assegnazione di 9 punti alla prima scelta, 6 punti alla seconda, 4 punti alla terza, 3 punti alla quarta, 2 alla quinta, 1 alla sesta. C’è da dire che negli scorsi anni i modelli scelti e premiati sono risultati anche i più graditi dal grande pubblico, quasi sempre un grande successo commerciale.