Auto, Fiat vola in Europa

Per il marchio torinese il 2006 è stato il migliore degli ultimi quattro anni, con oltre un milione e 116 mila vetture vendute in Europa e una quota di mercato del 7,6%. Possibile dividendo per gli azionisti

Torino - Per il settore automobili del gruppo Fiat il mercato europeo 2006 è stato il migliore degli ultimi quattro anni. Era dal 2002 infatti - quando chiuse l'anno all'8,2% e 1 milione 170 mila immatricolazioni - che non raggiungeva in Europa un tale livello, sia per quanto riguarda la quota, sia i volumi. I dati evidenziano un gruppo Fiat che chiude il 2006 con oltre un milione e 116 mila vetture vendute in Europa (+17,6% sul 2005) e una quota di mercato del 7,6%, aumentata di 1,1 punti percentuali rispetto all'anno precedente. Nel solo mese di dicembre, invece, Fiat Auto ha ottenuto il 7% di quota (era il 6,4% un anno fa) e ha immatricolato quasi 71 mila vetture, il 9,1% in più rispetto allo stesso mese del 2005. "Anche grazie ai risultati di dicembre il settore automobili del Gruppo Fiat - precisano dal Lingotto - conferma il trend di crescita costante e l'evidente aumento di vendite rispetto al passato recente, consolidando la propria posizione tra i gruppi di maggior peso in Europa".

Importanti progressi per il settore auto della casa torinese si sono registrati in tutti i principali mercati europei. "Nel Regno Unito la quota complessiva annua è stata del 2,7%. In Francia, immatricolazioni a + 7,7% e quota al 3,5% (+0,4 punti percentuali). In Spagna quota al 3,3% e volumi cresciuti del 7,4%. In Germania le vendite sono aumentate del 41,7% e la quota è stata del 2,4%. Nel dettaglio, il marchio Fiat ha venduto nell'anno in Europa occidentale quasi 853 mila vetture, il 22,1% in più rispetto al 2005. La quota è stata del 5,8%, in crescita di un punto percentuale. "Tra tutti i marchi generalisti, Fiat - precisano dal Lingotto - è quello che ha ottenuto la miglior performance dell'anno.
Passando agli altri marchi, sono state quasi 116 mila le Lancia immatricolate nel 2006, con una quota dello 0,8%, stabile rispetto all'anno precedente. Mentre la quota di Alfa Romeo è migliorata di 0,1 punti percentuali rispetto al 2005, passando dallo 0,9 all'1%. Le vendite sono state oltre 143 mila, il 12,2% in più rispetto al 2005.
Il Gruppo Fiat punta ad arrivare, nel 2010, a un fatturato di 67 miliardi di euro e a un utile operativo di cinque miliardi di euro. Lo ha ribadito l'amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne, che sottolinea come possibile un dividendo per gli azionisti.