Auto fuori strada Cardiochirurgo 40enne muore sulla via Emilia

Sono tre medici e un tecnico della cardiochirurgia dell’ospedale di San Donato Milanese le quattro persone coinvolte nell’incidente mortale avvenuto poco prima della mezzanotte di venerdì lungo la statale via Emilia, nel comune di San Martino in Strada, in provincia di Lodi. La vettura su cui viaggiavano è uscita di strada e il conducente è deceduto sul colpo. Si tratta di un cardiochirurgo 40enne che operava a San Donato da otto anni. Resta gravissimo il collega di 26 anni ricoverato al reparto di neurorianimazione Policlinico San Matteo di Pavia a causa di un’emorragia cerebrale di vaste dimensioni. Le prossime ore saranno decisive per capire se potrà farcela. In buone condizioni, invece, gli altri due uomini a bordo. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 e i carabinieri di Lodi.
È di due morti e due feriti, invece, il bilancio dell’altro grave incidente avvenuto sempre l’altra notte ma in provincia di Cremona, lungo il tratto della ex statale Paullese Cremona-Milano in località Barbuzzera, poco oltre il rondò di Dovera (Cremona). I morti sono due giovani romeni, il diciannovenne Ionut Dragos Dinca residente a Lodi e una ragazza che non aveva con sé i documenti e che non è ancora stata identificata. La coppia si trovava a bordo di una Mercedes che ha sbattuto a grande velocità contro altre due auto che procedevano in direzione opposta, dopo aver strisciato la fiancata di un autoarticolato che pure viaggiava in senso contrario. Sembra che all’origine della carambola vi sia stato un tentativo di sorpasso o comunque una sbandata da parte della Mercedes, che procedeva in direzione di Spino d’Adda (Cremona). Sulle cause sta indagando la polizia stradale di San Donato Milanese. Feriti non gravemente gli uomini a bordo delle altre due vetture coinvolte nell’incidente; illeso l’autista dell’autotreno.