Auto inquinanti, ultimi due anni di vita

Dimezzare l’inquinamento in cinque anni. Questo l’ambizioso obiettivo della legge sulla qualità dell’aria votata ieri dal consiglio regionale lombardo. Questa volta non si parla di domeniche a piedi e targhe alterne, ma di una serie di divieti che entreranno in vigore dal prossimo autunno. Dal 1° ottobre 2007, infatti, sarà vietata la circolazione dei mezzi non catalitici, diesel e benzina, mentre a luglio sarà la volta degli autobus più inquinanti e delle moto due tempi non catalizzate. L’anno successivo, il 1° ottobre 2008, cioè, scatterà il divieto a circolare anche per i diesel, Euro 1 compresi. Chi trasgredisce rischia una multa fino ai 450 euro, anche perché la legge prevede ai Comuni di dotarsi di apparecchiature per le verifiche. Dal Pirellone arrivano anche buone notizie, però: nel testo si parla infatti di un finanziamento di 2mila euro a fondo perduto per chi passa da diesel ad auto ecologica.
Nel frattempo a palazzo Marino l’assessore alla mobilità Edoardo Croci ha presentato ieri il piano per l’Efficienza energetica che prevede il potenziamento dei controlli sulle caldaie, che passeranno da 9mila a 30mila impianti.