Auto, Italia e Spagna affossano l’Europa

Maggio in frenata per l’auto in Europa occidentale. Dopo il buon andamento di aprile (più 10%), le nuove immatricolazioni di vetture nel Vecchio continente, secondo le stime diffuse dall’istituto di analisi Jd Power, rilanciate dall’«Ansa», sarebbero in flessione dell’8%, a fronte di 1.234.103 unità vendute. La previsione, anticipa il dato ufficiale sulle immatricolazioni di maggio che sarà diffuso dall’Acea venerdì. Jd Power rileva che il calo di maggio non è attribuibile a un dato stagionale, «perché i giorni lavorativi erano gli stessi di maggio 2007», ma dipende dalla «seria debolezza» del mercato registrata in alcuni Paesi, soprattutto Spagna (-24,3%) e Italia (-18,1%). Nel nostro Paese, in particolare, la «debolezza macro-economica» sarebbe la «principale causa per il calo del 18% nella vendita di auto a maggio» e, poiché la situazione «non dovrebbe cambiare significativamente», Jd Power stima per fine anno «una flessione del mercato in Italia tra l’8 e il 10%».