Auto nel fiume, muore ragazza di 19 anni tornava dalla festa del suo compleanno

La vettura è finita nel Secchia e la giovane, rimasta intrappolata nell'abitacolo, è annegata. Studente universitario muore a La Spezia. Altre quattro vittime a Bari, Caltanissetta e Viterbo<br />

Reggio Emilia - E' rimasta intrappolata nell' auto finita nel fiume Secchia, nel reggiano, ed è morta annegata, al ritorno da una serata in cui aveva festeggiato con gli amici il suoi 19 anni. La vittima e' Chiara Maffei, di Castellarano (Reggio Emilia) che viaggiava con altri quattro amici (due giovani e due ragazze tra i 19 e i 23 anni) i quali hanno riportato lesioni non gravi e sono stati ricoverati negli ospedali della zona. L'incidente è avvenuto poco dopo le 3 in localita' Muraglione Baiso, sull' Appennino reggiano. I cinque ragazzi (la vittima era accanto al guidatore, un ventitreenne di Baiso) viaggiavano su una Punto dopo una serata trascorsa in un locale dove avevano festeggiato i 19 anni di Chiara, compiuti il 17 dicembre.

L' auto, dopo avere percorso la provinciale 486, ha imboccato una strada sterrata usata dagli appassionati di motocross che costeggia il fiume Secchia. Ma la strada è interrotta per alcune centinaia di metri a causa dell' erosione provocata dalle piogge e dalla recente piena del fiume. E proprio in corrispondenza dell' interruzione l' auto, per cause ancora in corso di accertamento, è uscita di strada ribaltandosi ed e' finita nel fiume capovolta. Il conducente e i tre giovani seduti sui sedili posteriori sono riusciti a uscire dalla vettura ma Chiara non ce l'ha fatta ed è morta annegata. Il suo corpo e' stato poi recuperato dai vigili del fuoco intervenuti con squadre da Castelnuovo Monti, Sassuolo e Reggio Emilia. La Procura reggiana, ha aperto un'inchiesta.

Muore tifoso del Bari Un tifoso del Bari e' morto stamane in un incidente stradale mentre, insieme con altri quattro amici, stava andando a Modena per assistere alla partita di oggi pomeriggio. La vittima è Giovanni Conforte, di 31 anni. Gli altri quattro tifosi sono rimasti feriti. Secondo una prima ricostruzione dell'incidente fatta dalla polizia stradale, il conducente dell'auto su cui erano i cinque giovani, per cause non ancora accertate, ha perso il controllo della vettura che è finita fuori strada ribaltandosi.

Ucciso in un frontale Un giovane di 23 anni, Cristian Vilella, residente ad Albiano Magra (Massa Carrara) ma originario di Lamezia Terme (Catanzaro), è morto all'alba nello scontro frontale fra la sua auto e quella di un altro giovane, residente a Fivizzano (Massa), che è rimasto ferito. L'incidente è avvenuto poco prima delle 6 all'inizio della bretella autostradale di Santo Stefano Magra, che collega il piccolo centro della Val di Magra alla Spezia. Rientrava da una festa di compleanno il giovane di 23 anni morto all'alba sulla bretella autostradale della Spezia. Cristian Villella, studente universitario, aveva trascorso la serata con amici e una volta conclusi i festeggiamenti ne aveva accompagnati un paio a casa alla Spezia, con la sua Ford Fiesta. Quindi, solo alla guida, stava ritornando a casa. Imboccando la bretella che conduce a Santo Stefano Magra, e da qui ad Albiano distante solo pochi chilometri, ha perso il controllo dell'auto ed è sbandato. E' possibile che a tradirlo sia stato un colpo di sonno. Cristian era iscritto all'università di Pisa e non gli mancava molto alla laurea.

Due vittime a Caltanissetta Tornavano da una festa e sono morti all'alba in un incidente lungo la Statale 626 Caltanissetta-Gela. Le vittime sono Davide Cutrera, 25 anni, residente a Mazzarino (CL) e Salvatore Blasco, 53 anni, di Barrafranca (EN). I due viaggiavano su una Fiat Panda e si sono scontrati con un furgone, all'altezza del bivio Judica. Il cinquantenne è morto sul colpo, l'altro è deceduto dopo il ricovero al Sant'Elia di Caltanissetta.

Scontro a Viterbo Un pensionato viterbese, del quale non sono state ancora rese note le generalità, è morto in seguito ad un incidente stradale avvenuto in via Rossini, alla periferia di Viterbo. Secondo quanto accertato dai carabinieri, l'uomo sarebbe stato colto da malore mentre guidava, perdendo il controllo dell'auto che è finita addosso ad un altro mezzo che procedeva in senso inverso. Il pensionato è stato soccorso dagli operatori del 118 e trasportato d'urgenza all'ospedale cittadino, dove è giunto morto.