Auto, in novembre i motori a Gpl e metano superano quelli a benzina

Con il 30,27% di quota le vendite di vetture bifuel hanno messo la freccia rispetto a quelle con il carburante tradizionale, che si sono fermate al 30,07%. Carnevale, ad di Landi Renzo: «Nel 2008 un italiano su 15 sceglieva un veicolo "verde", oggi il rapporto è di 1 su 5»

Gli automobilisti italiani sono sempre più orientati ad acquistare automobili bi-fuel, alimentate cioè a benzina e a gas (metano o Gpl). Dai dati Unrae diffusi ieri emerge che a novembre le immatricolazioni di vetture «ecologiche», funzionanti a Gpl e metano, superano la quota di mercato delle immatricolazioni a benzina.
Particolarmente soddisfatto è Claudio Carnevale, amministratore delegato del gruppo Landi Renzo (azienda leader a livello mondiale nella produzione di impianti Gpl e metano, partner tecnologico delle maggiori case auto, quali Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Volkswagen, Renault, Dacia, Opel, Nissan, Mini e altri ancora) visto che «il mese appena trascorso ha registrato, per la prima volta, uno "storico" sorpasso: i veicoli ecologici alimentate a gpl e metano hanno superato, con il 30,27% di quota di mercato, le immatricolazioni di auto a benzina, che si sono fermate al 30,07%».
Quanto accaduto in novembre è la conferma di una progressiva crescita dell'alimentazione Gpl e metano, che si è affermata sin dai primi mesi del 2009. Negli ultimi undici mesi, infatti, le auto con alimentazione alternativa sono arrivate a rappresentare il 21% delle nuove immatricolazioni: un incremento più che evidente rispetto al 6,9% di quota di mercato nel 2008. «L'anno scorso - ricorda ancora Carnevale - un italiano su quindici sceglieva un'auto bifuel, oggi il rapporto è di uno su cinque». L'incidenza di questo trend «ecologico» ha un impatto significativo sulla riduzione delle emissioni di CO2 sulle nuove immatricolazioni che, come ha dichiarato il presidente di Anfia, Eugenio Razelli, «nel periodo gennaio-ottobre 2009 sono passate da 145 a 137,2 g/km». Considerando le auto trasformate a Gpl e metano in after market nel 2009, si può affermare che, rispetto al 2008, circolano in Italia oltre 560mila auto in più alimentate a Gpl o metano.