Autobus in fiamme per un guasto scatena il panico a King’s Cross

Momenti di paura ieri pomeriggio a Londra. Un principio di incendio su un autobus ha fatto pensare a un altro attentato. Le strade attorno alla zona della stazione di King's cross, epicentro degli attacchi del 7 luglio scorso, dove ieri il veicolo è andato in fiamme, sono state bloccate per circa un'ora dagli agenti di polizia. Dal bus numero 205 si è levato del fumo e alcune fiamme. Sul posto sono subito accorse numerose ambulanze: per fortuna non ci sono stati feriti. Quando si sono sviluppate le fiamme l’autobus era fermo a Gray's Inn Street. Ma la polizia britannica si è subito affrettata a chiarire. Dopo aver isolato la zona sono iniziati i primi riscontri tecnici. Le forze dell’ordine hanno ritrovato un pacco, in un primo momento ritenuto sospetto. Dopo l’intervento degli artificieri, un portavoce della polizia metropolitana ha reso che non si trattava di un attentato, bensì di un incendio provocato da cause tecniche, con ogni probabilità da un guasto al motore. Un episodio che ha ricacciato la capitale inglese nel terrore, a meno di un mese dall’attentato che è costato la vita a 56 persone e a poco meno di due settimane dai tentati attacchi del 21 luglio.