Autocisterna prende fuoco: due i feriti, uno gravissimo

Due lavoratori impegnati all’interno di un’azienda chimica di Rho sono rimasti feriti in maniera preoccupante a seguito dell’esplosione di un’autocisterna piena di solventi, avvenuta durante le fasi di travaso della sostanza infiammabile. È successo ieri sera verso le 19 presso la ditta Giuseppe Cambiaghi Spa di via Sesia, la zona industriale della frazione San Martino.
L’esplosione del camion cisterna, avvenuta per cause ancora in corso di accertamento, ha investito Armando B., 53 anni, custode dell’azienda, e Giuseppe S., 43 anni, autista dell’automezzo. La sostanza fuoriuscita, non particolarmente tossica ma altamente infiammabile, si è subito propagata facendo scattare l’allarme rosso all’interno dell’azienda chimica. I soccorsi sono scattati immediatamente e sul posto si sono recate le unità speciali dei vigili del fuoco, i carabinieri e gli operatori del 118, che hanno operato oltre che con le ambulanze e due auto mediche, anche con l’elicottero. Mezzo quest’ultimo sul quale è stato caricato e trasferito al centro grandi ustionati di Genova Armando B., le cui condizioni sono apparse subito molto critiche. Gravi anche quelle di Giuseppe S., trasportato a Niguarda. Tutta la zona, che per fortuna ospita poche case, è stata transennata e interdetta al traffico; fino a tarda sera nel quartiere è stato mantenuto lo stato di massima allerta, per timore di ulteriori incendi o esplosioni.
L’azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti chimici, diluenti e solventi, destinati a uso domestico e industria, offre lavoro a molte decine di operai e si sviluppa su oltre 30mila metri.