Autogol del Pd agli europei

Beato lui che fa il deputato. Perché dopo le tre legnate che l’Italia ha preso dall’Olanda agli europei, l’italiano medio ieri s’è svegliato di cattivo umore e se l’è tenuto. Roberto Giachetti del Pd invece ha fatto colazione al bar, ha ascoltato i soliti esperti rimasti, parole sue, «leggermente disorientati dalla formazione schierata dal ct Donadoni» e ha trovato almeno un nemico con cui prendersela: Silvio Berlusconi, e chi sennò. Così ha subito scritto un’interrogazione al premier, «che è anche proprietario del Milan», per sapere se sia stato lui «a telefonare a Donadoni suggerendogli qualche pedina da schierare» nella disastrosa formazione. Ma se la prossima partita l’Italia la vince, Giachetti passa al Pdl?