Autogrill, in America rinnovati tre contratti

Il gruppo Autogrill, attraverso la controllata americana HsmHost, si è aggiudicato l’estensione di 3 contratti per la gestione di food & beverage e retail negli aeroporti internazionali di Salt Lake City, Dallas e Wikita. Si tratta di concessioni che genereranno un fatturato di oltre 300 milioni di dollari nelle attese del gruppo. In particolare, a Salt Lake City (uno scalo da 11 milioni di passeggeri l’anno) HsmHost ha esteso il contratto fino al 2011 con una previsione di fatturato cumulato di 230 milioni di dollari. Con 83 location negli scali di Stati Uniti, Canada, Australia, Malesia e Nuova Zelanda nei primi tre mesi dell'anno HMSHost ha realizzato nel canale aeroportuale ricavi per 385,8 milioni di dollari (pari al 39% del fatturato consolidato), con un incremento del 6,1% rispetto al corrispondente periodo 2005.; a Dallas (59 milioni di passeggeri l’anno) in joint venture con un partner locale ha siglato il rinnovo della concessione di 10 punti vendita retail con un accordo di cinque anni che dovrebbe generare un fatturato di 57 milioni di dollari. E, ancora, a Wichita (1,4 milioni di passeggeri annui) il gruppo ha vinto la gara per il rinnovo del contratto per le attività di food & beverage fino al 2010. In questo caso, il fatturato atteso e di oltre 13 milioni.