Autogrill cresce negli Stati Uniti con un «rinnovo» da un miliardo

Autogrill rafforza il giro d’affari internazionale. Il gruppo simbolo del made in Italy, controllato dalla famiglia Benetton e guidato dall’ad Gianmario Tondato Da Ruos, ha rinnovato negli Stati Uniti le concessioni per le attività di ristorazione negli aeroporti di Phoenix Sky Harbor e Southwest Florida di Ft. Myers. Si stima che, nel periodo di durata complessivo dei contratti, le attività genereranno ricavi totali per oltre 1 miliardo di dollari.
Nel dettaglio, la controllata Autogrill HmsHost si è aggiudicata la gestione per ulteriori dieci anni, fino al 2023, di 24 punti vendita di ristorazione nello scalo di Phoenix Sky Harbor (Arizona). Il gruppo prevede che il nuovo contratto genererà ricavi complessivi per oltre 700 milioni di dollari. Nell’aeroporto internazionale Southwest Florida di Ft. Myers (Florida) HmsHost ha esteso poi per ulteriori cinque anni, fino al 2023, in anticipo rispetto alla scadenza originaria (2018), il contratto per la gestione di 16 punti vendita. La società stima che la concessione genererà ricavi complessivi per circa 300 milioni di dollari nel periodo 2011-2023.
Presente in 111 aeroporti di Stati Uniti, Canada, Europa, Asia e Oceania, HmsHost opera nei primi venti scali del Nord America per traffico passeggeri.