Autogrill e le offerte inglesi

I banchieri di Lazard stanno facendo una piccola asta competitiva per un finanziamento vicino ai 2 miliardi di euro per Autogrill. Il gruppo è impegnato da alcune settimane nell’analisi dei numeri della possibile preda inglese Ssp. Fino ad ora si era parlato di cifre inferiori e vicine al miliardo di euro. Autogrill correrebbe da sola. E anche questa è un piccolo cambiamento di rotta. Resta il fatto che oggi gli uomini Autogrill a Londra faranno una seconda offerta. Anche in questo caso non vincolante. L’eventuale acquisizione del gruppo di ristorazione inglese porterebbe i margini operativi lordi del colosso italiano a 700 milioni di euro. Il che vuol dire che amplierebbe a più di 2,5 miliardi di euro la capacitò di indebitamento della società. In buona sostanza l’ad GianMario Tondato e i suoi avrebbero, tolte le attuali passività, ulteriore capacità di indebitamento da 1,5 miliardi senza compromettere il rating della società.