Autogrill incorpora International e il titolo si difende

In una seduta di Borsa difficile Autogrill si difende bene e chiude in rialzo dello 0,21%, a 6,70 euro. Ieri la società ha approvato il progetto di fusione per incorporazione di Autogrill International nella capogruppo, nell’ambito di un programma di razionalizzazione della struttura partecipativa. Una razionalizzazione divenuta opportuna ora che Autogrill International non controlla più gli investimenti del gruppo all’estero, visto che sono stati progressivamente creato diversi poli gestionali su base territoriale e di settore. La fusione, già annunciata nei giorni scorsi,si propone quindi di rendere più efficiente la struttura proprietaria. Dal momento che Autogrill controlla al 100% Autogrill International, non ci sarà bisogno di un aumento di capitale.