Un’automobile investe e uccide un lupo

Rosso fu il gran rilievo della morte
quel mattino d’inverno sul mio
\[teschio
quando venni all’asfalto
\[e il semicerchio
di un dio profondo ruppe
\[la mia sorte.

Non lo vidi dapprima, fu l’istante
del polifonico stupore, l’urlo
che sgorgò dalle tenebre
\[e il mio turno
si compì nella croce balenante.

Prima animale, poi torrido zero,
forte nel bosco, nudo nello schifo
della lamiera e della recinzione.

O tu che passi, volgi il tuo pensiero
alla bolla di sangue che in corsivo
traccia l’impronta
\[della mia passione.