Autonomi In città due sit-in Rumorosi ma senza scontri

Lasciati per il momento i ciellini al loro destino, gli antagonisti ieri si sono buttati sui presidi. Il primo in via Ovidio «contro le scritte sui muri firmate con le celtiche, volantinaggi eseguiti da gruppi di 15 teste rasate munite di casco, Lotta studentesca-Forza nuova insieme ai loro simili di Blocco studentesco-Cuore nero-Casa Pound» davanti al liceo classico Manzoni. Iniziato alle 14, si è protratto tra canti e balli, ma senza incidenti, fino a dopo le 17. Giusto il tempo di un caffè poi tutti in piazza XXIV maggio per un concerto, iniziato alle 19 e filato poi via liscio fino a mezzanotte. L’evento serviva a raccogliere fondi per sostenere la difesa dei cinque anarchici arrestati per la rapina alla cartolibreria di Cl in Statale. Arresti che hanno scatenato l’ira degli antagonisti che questa settimana per quattro volte l’hanno assaltata e costretta alla chiusura.