Autostrade francesi restrizioni in arrivo

da Milano

Il governo francese intenderebbe imporre nuove condizioni di rimborso sui debiti contratti dalle Autostrade transalpine tramite la Caisse Nationale d’autoroutes (Cna), limitando così la distribuzione di futuri dividendi. Lo riporta il quotidiano La Tribune, precisando che la questione riguarda le società autostradali Asf, Aprr e Sanef, che ieri in Borsa a Parigi hanno accusato un calo dei rispettivi titoli. In pista per assicurarsi il controllo delle tre società vi è anche Autostrade, interessata a Aprr (Autostrade Parigi Rodano Reno). Intanto i tempi per la conclusione della gara sono ancora incerti: «In teoria entro l’anno, ma dipenderà dai francesi». Lo ha detto, a margine del consiglio di amministrazione di Mediobanca, Gilberto Benetton, numero uno di Edizione Holding, la società di famiglia che controlla Autostrade. La società italiana parteciperà alla gara per la privatizzazione dell’autostrada francese, in collaborazione con società transalpine. «Siamo in una cordata, ma siamo l’unico socio industriale, con una quota di maggioranza relativa. Questo è ciò che conta», ha sottolineato Benetton. E ha aggiunto: «La nostra è una cordata importante, con bei nomi, a maggioranza francesi. Credo che queste privatizzazioni alla fine avranno una valenza francese». Stabile a Piazza Affari il titolo (-0,23%).